Perché le piattaforme conversazionali stanno cambiando il nostro modo di lavorare

iGenius
October 18, 2023
·
3 minuti

Che cos’hanno in comune un venditore e un chatbot? La conversazione. 

Gli incredibili progressi tecnologici degli ultimi decenni hanno reso possibile queste interazioni tra persone e macchine e hanno così aperto un nuovo universo di possibilità.

E più la tecnologia diventa parte della nostra quotidianità, più ci rendiamo conto di quanto queste interazioni siano importanti. 

Ed è qui che l’intelligenza artificiale entra in gioco.

Le piattaforme di intelligenza artificiale (AI) conversazionale, infatti, permettono alle persone di interfacciarsi con la tecnologia in modo più rapido e intuitivo. Per sfruttarne a pieno il potenziale, è importante capire come funzionano.

Ecco, quindi, di cosa parleremo in questo articolo:

  • Piattaforme conversazionali: che cosa sono e come funzionano
  • Intelligenza artificiale conversazionale e chatbot: le differenze
  • I benefici delle piattaforme di intelligenza artificiale conversazionale per le aziende
  • L’intelligenza artificiale conversazionale in Crystal

Piattaforme conversazionali: che cosa sono e come funzionano

Le piattaforme di AI conversazionale permettono alle persone di parlare con i computer e le macchine in un modo che imita le interazioni e conversazioni tra esseri umani, sia scritte sia parlate.

La tecnologia che sta dietro a queste piattaforme sta evolvendo molto rapidamente.

Ci sono però degli elementi che la maggior parte delle piattaforme ad oggi hanno in comune, tra cui:

  • Riconoscimento vocale automatico: è ciò che permette alla macchina di riconoscere che una persona sta parlando.
  • Modelli linguistici (language models): grazie a loro la macchina è in grado di comprendere che cosa dice la persona.
  • Machine learning: è ciò che permette alla macchina di imparare costantemente e di migliorarsi con l’esperienza.

Intelligenza artificiale conversazionale e chatbot - le differenze

Il termine “AI conversazionale” è spesso confuso con il termine “chatbot”.

Qual è il legame tra questi due termini? 

L’AI conversazionale è la tecnologia progettata per interagire con le persone utilizzando il linguaggio naturale. 

È ciò che ci permette di parlare con i computer come se stessimo parlando con un’altra persona. Ed è possibile grazie a un mix di modelli linguistici e machine learning.

Ed è proprio questa tecnologia che sta dietro agli assistenti virtuali e ai chatbot.

Non tutti però. Non tutti i chatbot, infatti, utilizzano l’AI conversazionale. La maggior parte è definita rule-based, ovvero chatbot che possono attingere solo a un set specifico e limitato di risposte oltre il quale non possono andare.

Nello specifico, i chatbot rule-based:

  • Rispondono solo a specifiche keyword
  • Non sono in grado di comprendere il contesto di una conversazione
  • Hanno un utilizzo e uno scopo più ristretti
  • Sono difficilmente scalabili

Questi chatbot dipendono fortemente dagli input delle persone e non possono andare oltre le regole pre-definite con le quali sono stati progettati. Questo vuol dire che non appena la persona fa una domanda al di fuori di questi parametri prestabiliti, il chatbot non è in grado di comprendere e, di conseguenza, di fornire la risposta adeguata. 

I chatbot di AI conversazionale, invece:

  • Comprendono tutte le richieste, anche quando scritte con errori grammaticali o sintattici
  • Comprendono il contesto e l’intento di una conversazione e rispondono di conseguenza
  • Possono gestire richieste più complesse
  • Sono più facilmente scalabili

Grazie alle funzionalità date da machine learning e dai modelli linguistici, questi chatbot sono in grado di interagire con le persone in modo molto più naturale e, di conseguenza, coinvolgente.

Ma quindi significa che i chatbot di AI conversazionale sono sempre una scelta migliore rispetto ai chatbot tradizionali?

Dipende.

I chatbot tradizionali sono più semplici da utilizzare e sono di solito più economici; hanno un target di riferimento specifico e funzionalità limitate.

I chatbot di AI conversazionale invece sono in grado di gestire situazioni più complesse e possono essere utilizzati per molte più attività.

I progressi tecnologici degli ultimi anni hanno reso le tecnologie di modelli linguistici più accessibili, rendendo di conseguenza anche le piattaforme di AI conversazionale molto più accessibili per le aziende, indipendentemente dalla loro dimensione.

I benefici delle piattaforme di intelligenza artificiale conversazionale per le aziende

Persone, processi, dati.

Le organizzazioni sono organismi complessi e in continua evoluzione nei quali ogni componente può comunicare solo parzialmente con gli altri, o non comunicare affatto.

Sono molti i motivi per cui la tua azienda potrebbe beneficiare delle piattaforme conversazionali. Tra questi:‍

  1. Democratizzazione del dato  |  Una piattaforma di AI conversazionale renderà i tuoi dati aziendali più accessibili e comprensibili a tutti in azienda, anche e soprattutto a chi non ha grandi conoscenze in materia di analisi dati.
  1. Insight in tempo reale  |  Quando tutte le persone all’interno di un team sono in grado di analizzare e usare i dati in modo indipendente, possono accedere e sfruttare insight in tempo reale.
  1. Decisioni data-driven  |  Le piattaforme conversazionali danno alle aziende la possibilità di agire subito grazie a informazioni di valore e di prendere decisioni che siano davvero basate sui dati.
  1. Semplicità di interazione  |  Addio a dubbi, problemi e domande quando si parla di dati. Le piattaforme conversazionali ti permettono di ottenere insight di valore, sia scritte sia a voce, in modo intuitivo, come faresti parlando con una persona.
  1. Una piattaforma tutto in uno  |  Tutti i dati di tutti i dipartimenti integrati in un'unica piattaforma consentono ai diversi dipartimenti di accedere alle stesse insight dalla stessa fonte senza barriere, assicurando così che tutti abbiano accesso alle stesse informazioni condivise.

L’Intelligenza Artificiale Conversazionale in Crystal

Le piattaforme conversazionali hanno rivoluzionato e rivoluzionano tutt’ora il modo in cui le aziende utilizzano i propri dati, rendendo possibile un processo decisionale più efficiente e migliorando il coinvolgimento di clienti e impiegati allo stesso tempo.

Crystal è la piattaforma di AI generative per la business intelligence che supporta i modelli linguistici e l’AI conversazionale per rendere i dati accessibili a tutti in azienda.

Grazie a un approccio che mette al centro le persone, Crystal permette alle persone di accedere e interagire con i dati, ricevere consigli e collaborare, il tutto attraverso conversazioni naturali e in un’unica, semplice piattaforma. Scopri come funziona Crystal.

Leggi l'articolo
Share this post
en